Confettura di more selvatiche

Fine agosto e settembre è il periodo ideale per farsi una passeggiata a Bosa, verso la chiesa campestre dei Santi Cosma e Damiano, per raccogliere le more selvatiche. I rovi si possono trovare sia nelle campagne che lungo i margini della strada.
Il rovo (Rubus Fruticosus) è un arbusto spontaneo appartenente alla famiglia delle rosacee e si presenta in cespugli con rami spinosi e rampicanti, perciò fate attenzione a non pungervi!
Aspettate che le more siano ben mature, di colore nero, così saranno decisamente più gustose e perfette per preparare una confettura dal sapore delicato ed aromatico. Sarà ottima anche per preparare le torte o da aggiungere allo yogurt magro. È straordinaria spalmata su croccanti fette biscottate, sul pane fresco e sul pane carasau per una colazione o una merenda saporita, nutriente e sana. Le more infatti contengono vitamina A, sono ricche di vitamina C e di fibre.
Trovarle fresche in commercio non è facile e quelle della grande distribuzione, oltre a costare molto, non sono buone e genuine quanto quelle selvatiche, quindi consiglio di munirsi di pazienza, di una busta o di un cestino per raccoglierle dai rovi. Una volta arrivati a casa preparate subito la confettura con questa ricetta molto semplice.

INGREDIENTI
1,5 kg di more
0,750 gr di zucchero

Se siete sicuri che nel posto dove avete raccolto le vostre more non hanno usato i pesticidi, si può evitare di lavarle perché contengono flavonoidi, dei potenti antiossidanti capaci di inibire le cellule tumorali, e la pectina che sappiamo viene utilizzata per le sue proprietà gelatinizzanti. Togliete quelle rovinate e mettetele in una pentola alta e larga per evitare indesiderati schizzi roventi. Aggiungete lo zucchero e fate cuocere a fuoco dolce mescolando di continuo finchè inizia a bollire. A metà cottura usate il frullatore a immersione facendo però attenzione a lasciare alcune more intere. Quando vi sembra abbastanza densa fate una prova versando un cucchiaio di confettura su un piattino. Appena la prova è superata versatela ancora calda in barattolini di vetro sterilizzati, chiudete bene il tappo e capovolgeteli a testa in giù.
Se comprate della stoffa fate dei cerchi per coprire i tappi dei barattoli, legateli con un nastrino di raso o raffia… grazie ad un tocco di creatività i barattoli di confettura di more selvatiche riempiranno di allegria le vostre credenze e sarà un regalo gradito per i vostri amici e parenti.

Ricetta marmellata di more selvaticheConfettura di more selvatiche

 

Condividi

Pin It

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *