Conosci Bosa

Mettiamo il caso che vogliate fare una vacanza in Sardegna, che desideriate conoscere un luogo diverso o tornare in una località già visitata. In tal caso Bosa è il posto ideale per trascorrere un po’ del vostro tempo. Tutto comincia qui, dall’azzurro del mare, da una terra cosparsa di vivaci colori che rendono singolare uno dei borghi più belli d’Italia. Il nucleo più antico di Bosa, conosciuto come “Sa Costa” è adagiato sul colle di Serravalle, su cui domina il Castello dei Malaspina, con la Chiesetta di Nostra Signora di Regnos Altos dove, insieme ad affreschi di scuola toscana, è custodita una madonnina lignea probabilmente di origine tardo-mediovale a cui è dedicata una delle feste più attese dai bosani e dai turisti.
Sa Costa si caratterizza per i vicoli stretti lastricati di ciottoli e basalto, collegati da scale su cui si affacciano antiche case variopinte, costruite sulla roccia. Squarci di azzurro, rosa, verde, giallo, arancione cospargono le facciate e le porte. Sull’uscio è ancora possibile imbattersi in cordiali signore intente a ricamare con le loro abili mani l’antica arte del filet.
Lungo questo percorso suggestivo consigliamo di visitare il Corso Vittorio Emanuele. Qua, tra significativi edifici settecenteschi troviamo inseriti i musei, le chiese, un antico orologio e un’accogliente piazza dove sorge una grande fontana. La zona bassa del centro storico è il fulcro dell’artigianato locale in cui possiamo trovare alcune botteghe orafe note per la lavorazione della filigrana d’oro. I bosani possiedono una capacità creativa che riscontriamo anche nel Carnevale. Gli abitanti si improvvisano “artisti di strada” portando avanti una tradizione dall’aspetto simbolico e ludico-satirico.
Vi aspettiamo in questa piccola perla della costa nord occidentale della Sardegna, una fertile valle senza tempo bagnata dal Fiume Temo, nel cuore della Planargia.