Il mio paese incantato

Bosa la scopri così, subito dopo una strada impervia di curve che da Suni accompagna il viaggiatore… Ti appare innanzi, stupenda cartolina col maniero che sovrasta il borgo antico, le sue case colorate.
E’ un balzo impressionante vederla, subito riecheggiano antichi pensieri.
Ricordo le tante volte che partivo per viverne lontana, e al ritorno era un nodo alla gola, quell’incanto di paesaggio, il tam tam del cuore che pulsava di mille emozioni.
Bosa regina di cuori, ti cattura e inebria, ti avvolge di calore… le sue stradine di antichi ciottoli, dove da bambina felice giocavo, il ricordo di quei rumori lontani, di quei sapori, di quelle care genti che là abitavano è rimasto indelebile nel mio cuore, un passato sempre presente, in quelle mura straripanti di echi lontani.
Sia che passeggi nelle sue spiagge incantate, sia che percorri il vecchio corso, ne rimani incantato, il tempo pare essersi fermato in quelle stradine assolate, anima della città.
Panoramica fiume Temo
Post di Piera Addis

Condividi

Pin It

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *