Bosa in trepida attesa per la Festa di Regnos Altos

Fervono i preparativi per la Festa di Regnos Altos. Proprio in queste ore gli abitanti de Sa Costa, parenti e amici sono coinvolti nell’allestimento dei vicoli e degli altarini. Archi creati con le canne di fiume e alloro, vivaci bandierine colorate, fiori, tovaglie finemente ricamate in filèt, tappeti e lumicini adornano i vicoli, gli spiazzi e i davanzali delle case. È bello vedere nascere gli altarini (“sos altarittos”), creati con amore e devozione per quell’antica Madonnina di legno rinvenuta da un bambino tra le rovine del Castello Malaspina nel 1847 e che diede origine alla festa di cui noi bosani siamo particolarmente orgogliosi.
Un fine settimana intenso in cui vedremo rinascere Sa Costa, il quartiere più antico del borgo medioevale. Sabato e domenica i nostri occhi forse sorvoleranno su tutti quei cartelli “Vendesi” attaccati alle porte delle case e lo sguardo sarà rivolto agli altari votivi, e di sicuro, qualcuno di voi, come me, in questo momento si sta domandando come sarà quest’anno l’allestimento di quell’altarino ospitato nella grotta.
Ancora poche ore e potremo godere dell’allegra atmosfera che si respira tra le lunghe tavolate dove i residenti invitano i turisti e si fa baldoria sino a tardi davanti a un gustoso piatto di fave (fae a landinu), oppure assaporando la razza con i pomodori secchi (s’azzada) o le lumache (algazinu), e poi vino e malvasia di Bosa a volontà…
Le nostre specialità enogastronomiche potranno essere assaporate anche oggi in Via Muruidda dove, sino a domenica, ci sarà una baracca tradizionale fatta di canne e alloro.
Con un piccolo contributo si potranno degustare questi piatti della cucina bosana, bere la malvasia, il vino locale e della birra fresca.
Seppur sacro e profano si alternano con una affascinante simbiosi, tutti gli altarini, da quelli più sfarzosi a quelli modesti, sono là per ricordarci il significato religioso della festa. Ogni anno sono numerosissimi i fedeli che partecipano alla processione con la Madonna accompagnata dalla confraternita, dalla banda musicale e dai figuranti in costume medioevale.

Regnos Altos, la festa dei cieli, dei bosani e di tutti quelli che amano la bosanità!

Altarino Regnos Altos 2013Altarino - Festa di Regnos Altos
 
Foto di Pia Cossu e di Maureddu

Condividi

Pin It

1 commento

  1. Pingback: Un racconto di vacanze a Bosa e di vita vera! » Bosa Tour | Diario digitale della città di Bosa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *