Sui passi dei Ragazzi per la nostra storia

Una porta aperta è il logo della manifestazione svoltasi a Bosa il 10 e 11 Maggio 2014. Parliamo di Monumenti Aperti, manifestazione che ha riscosso grande successo tra la popolazione bosana e i numerosi turisti accorsi dalle zone confinanti e non solo per poter assaggiare un poco di storia di Bosa sui passi dei ragazzi della scuola primaria e secondaria che per una giornata e mezzo hanno guidato i curiosi per i monumenti illustrandone storia e curiosità.
Ad accompagnare le spiegazioni dei giovani c’è stato Su Traggiu ‘Osincu, che facendo tappa in ogni sito, intonava diverse canzoni. Noi ragazzi della 2^ liceo classico e 3^ C del liceo scientifico ci trovavamo a dover accompagnare le persone a percorrere la storia della chiesa di San Giovanni Battista, ai piedi del colle di Serravalle. Il numero di visitatori arrivati nel nostro sito è stato inaspettato, dall’anno precedente di una decina di visitatori quest’anno siamo arrivati quasi a quattrocento in un sito poco conosciuto e che non trovandosi proprio nel centro storico non è meta di tante centinaia di curiosi. Qua a Bosa è ormai 4 anni che questa manifestazione va avanti ottenendo sempre più successo di edizione in edizione, una porta che si apre sia ai ragazzi che ogni anno imparano un piccolo pezzo di storia di bosa e una porta aperta per chi di più vuol sapere e conoscere.
Se questa manifestazione anche quest’anno si è svolta è grazie a noi ragazzi che numerosi e volenterosi abbiamo accettato la proposta dei nostri insegnanti, che ci hanno guidato al fine di sapere notizie e curiosità sul sito che ogni classe aveva adottato. Oltre ai momenti di spiegazione ci sono stati tantissimi momenti di divertimento come ad esempio quando, nella piazza antistante la chiesa di S.Giovanni e sulle note dell’organetto di Fabiana Contini, abbiamo accennato alcuni balli tradizionali sardi attirando la curiosità di turisti e paesani. Insomma una manifestazione che ci fa riprendere la nostra storia e le nostre tradizioni, una manifestazione che non si deve abbandonare come si fa con molte cose che fanno la nostra città e la nostra storia.

ballo-sardo-gruppo-monumenti-aperti-bosa Ballo sardo Monumenti Aperti Bosa 2014 fabiana-contini-organetto-monumenti-aperti-bosa monumenti-aperti-ballo-sardo-bosa volontari-bosa-monumenti-aperti-2014

Di Federico Ledda

Condividi

Pin It

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *