Tutti happy con Pharrell Williams. Il tormentone mondiale arriva a Bosa

È diventata una vera e propria mania ballare sulle note della canzone Happy di Pharrell Williams, cantautore e produttore statunitense. Il tormentone è iniziato il 20 marzo scorso, in occasione della giornata della felicità, in cui il musicista ha invitato tutte le associazioni umanitarie e i suoi fan a realizzare e postare online i propri video danzando a suon di Happy. I filmati, girati in ogni angolo del mondo, sono diventati un fenomeno mediatico che non accenna a fermarsi, tant’è che gli hashtag #happy #happyday #happyfrom, lanciati da 24hoursofhappiness.com, sito realizzato appositamente per l’iniziativa, continuano a impazzare sui social network. Basta cliccare sul sito del movimento www​.wea​re​hap​py​from​.com per scoprire che la lista delle città “contagiate” cresce ogni giorno, oppure cercare su YouTube ‘Happy’ per capire quanto il fenomeno è virale.
Così, anche Bosa si unisce all’invito di Pharrell. Il video, a cura di Simone Solinas, Marco Francesco Mannu e Francesca Ledda, ha contagiato la cittadina e siamo già in migliaia ad aver sorriso guardando i nostri amici o parenti ballare spensierati sulle note di Happy.
Questo motivetto allegro, per quanto ormai vediamo in rete simpatiche parodie come quella del comico napoletano Toni Cortina (perché in fondo, come dice lui non sono tutti happy), mette comunque a tutti, per almeno quattro minuti, il buonumore. Il filmato realizzato a Bosa, come in tante città del mondo che si sono persino rivolte a studi di video making professionale, va oltre la ricorrenza della giornata della felicità, rilanciando il turismo con la frase “Venite a Bosa”. Il ritmo coinvolgente invade i saloni dei parrucchieri, fa ballare i commercianti, i canottieri, due ragazze con le maschere tipiche di Bosa… e ovviamente non potevano mancare le immagini di alcuni luoghi riconoscibili della nostra città.
Happy, oltre ad essere una simpatica opportunità di promozione turistica per qualsiasi località, rimane un omaggio alla causa umanitaria dell’ONU per la raccolta fondi per le emergenze umanitarie regalandoci qualche minuto di spensieratezza e felicità.

 

Condividi

Pin It

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *